RSS Feed

Una croce sul monte

14 febbraio 2010 by Carmela

E Gesù diceva: <<Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno>> (Luca  23: 34)

 

Il male ci ha danneggiati più di quello che pensiamo.

Avete mai ricevuto offese, torti, ingiurie, maltrattamenti, o altre cose del genere?  Credo proprio di si, infatti in questo mondo imperfetto tutti quanti, in proporzioni diverse, subiamo dei torti.  E se siamo onesti dobbiamo dire che qualche volta, consciamente o inconsciamente, li  facciamo anche.

Quando ciò accade ci sentiamo in conflitto, arrabbiati, tanti pensieri e sentimenti negativi cercano di prender piede nei nostri cuori, di conseguenza, se noi li facciamo entrare saranno proprio quei sentimenti negativi a logorare il nostro spirito rendendolo malaticcio, sofferente e schiavo.

Perciò quando mi sento ferita, umiliata, e qualche pensiero negativo  attraversa la mia mente, allora so che l’unica cosa da fare, prima che il male possa generare in me  sentimenti negativi, è quella di andare con la mente  a Gesù Cristo sulla croce che diceva: <<Padre perdona loro, perché non sanno quel che fanno>> e cercare di imparare da Lui chiedendogli anche la forza di cacciare via i pensieri deleteri del rancore.

Vi garantisco che se abbiamo fede  funziona sempre, ed Egli reca una gran pace e serenità allo spirito. Io credo nella forza della preghiera, non solo, perché Gesù Cristo ha detto di pregare e chiedere la sua forza, ma anche perché ho sperimentato il suo immenso beneficio.

Gesù Cristo oltre ad offrire la sua vita  come riscatto per portarci in un mondo perfetto, ci ha lasciato anche l’esempio del giusto comportamento, affinché impariamo a rigettare qualsiasi pensiero e sentimento negativo che vuole opprimerci e tenere in schiavitù il nostro spirito dilaniandoci.

Con questi pensieri nella mente ho voluto scrivere questi pochi versi per rendere omaggio al nostro Salvatore, che oltre ad aver dato la sua vita per liberarci dalla morte eterna e portarci in un mondo perfetto, sta cercando anche di insegnarci, col suo esempio, come liberarci già da ora, dai danni e dalla schiavitù che i sentimenti negativi  producono a tutto il nostro essere.

 

UNA  CROCE  SUL  MONTE

 

Una croce sta li su quel monte lontano, delle donne che piangono in un grande lamento.

Un uomo  che muore perché è stato venduto per trenta sporchi sicli d’ argento.

O morte dov’è il tuo dardo e vittoria? pensavi in pugno di averlo ottenuto?

Quell’uomo che è morto era perfetto e ha dato la vita per chi lo ha venduto

Poteva forse il mal trattenere? Colui che in vita non ha mai peccato?

No!,  i  lacci egli ha dovuto sciogliere, perché il Cristo è risuscitato.

Con quei trenta sporchi sicli d’argento un campo di morte è stato comprato,

ma il nostro Signore che ha vinto la morte, la vita eterna ci ha donato.

Perciò tutti quanti che in Cristo crediamo, sappiamo che Egli la morte ha abolito.

Con grande coraggio il distacco affrontiamo, per poi rivestire la vera vita.

Carmela Ligorio


Nessun commento »

No comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *